Mestská časť Bratislava-Vajnory

Curiosita´storiche


I ritrovamenti nel territorio del paese dall’età della pietra (cosiddetto gruppo di ludanice) confermano che già più di 5 mila anni fa c’erano i primi insediamenti degli agricoltori a Jurský Šúr. Oltre i reperti ceramici gli archeologi hanno trovato l’ascia di ardesia trapezoidale con la lama affilata solo da una parte /d. 6,9 cm / ed un martello si ardesia grigia scura. Le tracce più evidenti dell’insediamento preistorico si sono trovate durante la costruzione del sistema di irrigazione negli anni 1978 – 1979 al sud e sud-est del cortile della cooperativa agricola. Continua ...´

Su una piccola collina Háj che si trova vicino alla parte sud della strada per la località Čierna Voda si sono trovati, oltre agli oggetti della cultura Hallstatt, anche gli oggetti dell’epoca romana costruite dal nuovo etnico dei Germani.  Continua ...Durante gli scavi per il sistema di irrigazione è stata scoperta la tomba dall’epoca della migrazione dei popoli. Il corredo è stato formato da un pettine di corno con due file di denti ed una brocca fatta dal materiale grigio a grano grezzo (oggi si trova nel Museo Nazionale Slovacco a Bratislava). Continua ...



Durante gli scavi per il sistema di irrigazione è stata scoperta la tomba dall’epoca della migrazione dei popoli. Il corredo è stato formato da un pettine di corno con due file di denti ed una brocca fatta dal materiale grigio a grano grezzo (oggi si trova nel Museo Nazionale Slovacco a Bratislava). Continua ...

Sui terreni della località Štepnice (parte meridionale del paese) si sono trovati frammenti ceramici dal XII e XIII sec. che indica la posizione dell’insediamento originale di Prača- Pračany. Questo nome è stato usato per identificare Vajnory nella più antica lettera dell’anno 1237. Continua ...

La più antica nota scritta proviene dall’anno 1208. Nella nota c’è cenno di un paese con nome Zeuleus che è una forma latina del nome ungherese Szölös, cioè Vigne. Oltre a questo nei vari documenti si trovano nomi: Prača (1237), Vainarn (1297), Dvorník (1323). La diversità probabilmente risultato dalla nominazione dei vari poderi. Nella metà del XIV secolo gli insediamenti si uniscono e prendono nome di Vinari, in tedesco Weynaren. Nel sistema di feudalismo il paese prima apparteneva all’arcidiocesi di Strigonio, dopo, tramite uno scambio dei feudi nel 1297, all’Austriaco monastero dell’Ordine Cisterciense a Heiligenkreuzen. Alla fine, dopo molti tentativi, il paese è diventato suddito della città che nell’anno 1525 ha pagato all’Ordine 1050 fiorini d’oro per acquisirlo. Dai documenti d’epoca risulta che Vajnory, secondo le regole del feudalismo, forniva alla città la decima parte della produzione del vino, dei prodotti agricoli e dei pesci dal proprio allevamento. Continua ...


   



The database query failed.The database query failed.The database query failed.
späť

Copyright © 2008 Mestská čast Bratislava - Vajnory.
Stránku vyrobil Tender Advertising, s.r.o., projekt je financovaný EU www.sacr.sk